Home / Visit the Park / Hikes / Dondena - Mont Glacier

Dondena - Mont Glacier

Dondena - Mont Glacier

E' il percorso che permette di raggiungere la cima più alta del parco: il Mont Glacier, conosciuto anche come Tête-de-Savoney (3185 m). Punta panoramica da dove, nelle giornate serene, si possono osservare le più famose montagne delle alpi Occidentali: Monte Rosa, Cervino, Grand Combin (un quattromila in territorio svizzero), Monte Bianco (in parte coperto dal Mont Emilius) ed il Gran Paradiso. Se la giornata è limpida, guardando oltre la Rosa dei Banchi, verso le pianure piemontesi, è possibile scorgere l'aguzza cima del Monviso.

Difficoltà: E sino al Col Fussy, EE dal col Fussy al Mont Glacier
Dislivello in salita: 1085 m
Tempo di salita: ore 3,30
Luogo di partenza: Dondena (2100m)
Segnavia: 7 -7C-8-8C

Itinerario:
Si lascia l'auto al piazzale di Dondena e si prosegue lungo la strada poderale che attraversato il torrente Ayasse giunge al rifugio Dondena (segnavia 7, circa 20 minuti).
Giunti al rifugio (2190m) si prosegue verso destra, sempre lungo la strada poderale (segnavia 7C-8). E' possibile una variante: a Dondena, poco dopo il ponte, si può svoltare a destra prendendo un sentiero che attraversa i prati e si ricongiunge sulla strada poderale poco a monte del rifugio Dondena.
Dopo circa 20 minuti si giunge al Pian Enseta (2335m, circa 45 minuti) dove si lascia la strada per proseguire sulla destra lungo un sentiero (segnavia 8b). Attraversato su un ponte il torrente Ayasse, si prosegue a sinistra percorrendo un dolce pianoro per poi iniziare una ripida salita con numerosi tornanti. Giunti a circa 2430m, si dovrà, seguendo la segnaletica gialla e nera sulle pietre, proseguire verso destra (segnaletica 8-8c). Si risale il ripido versante erboso seguendo il sentiero che percorre numerosi tornanti e quindi giunge ai piedi del Mont Delá dove si trova il Lac Gelé (2840m, ore 2,30). Seguendo il sentiero che taglia verso sinistra, lasciandosi sotto il piccolo lago, si raggiunge in circa un quarto d'ora il Col Fussy (2910m, ore 2,45). Si prosegue poi a destra lungo il sentiero che attraversa un'ampia morena e poi risale a tratti ripido a tratti con meno pendenza lungo il versante del Mont Glacier. Giunti sulla cresta un ultimo, breve, tratto di sentiero (poche decine di metri) ci porta sulla cima dove è infissa una croce in legno (3185m, ore 3,30). Poco sotto la croce è custodito, in una scatola metallica, un diario dove ciascuno può annotare il proprio passaggio e le proprie emozioni.

Per ridurre al minimo il disturbo alla fauna si raccomanda di non uscire dai sentieri segnalati e tenere i cani al guinzaglio.