Home / Visit the Park / Hikes

Hikes

E' possibile consultare on-line il geonavigatore della Valle d'Aosta.

The cards illustrate the main excursion itineraries that wind through the Park and its immediate surroundings. See also the section “Guided trails”, which contains cards specifically about the itineraries described on panels and brochures.
Few of the routes are practicable by non-experts when snow is on the ground. See the sections “Other activities - Ski touring” and “Other activities – Snowshoeing”.
Those interested in going on the excursions accompanied by nature hike guides or Alpine guides should directly contact the associations concerned:

Sentiero intervallivo 102 (Champdepraz - Col Medzove)

Escursione molto lunga che permette di visitare i vari ambienti del Parco, proseguendo poi attraverso il Vallone di Clavalité in direzione di Fénis oppure di Champorcher o Cogne.
Poco oltre la metà del tragitto è possibile pernottare al rifugio Barbustel. Include parte del "sentiero lichenologico", dotato di pannelli illustrati e descritto su un pieghevole a distribuzione gratuita, nonché il "sentiero guidato" del Lac de Pana (targhette esplicative e opuscolo descrittivo in vendita presso le sedi del Parco).

Collegamento Col Fussy-Col Medzove e viceversa

Itinerario tra i due colli che permette di collegare le due vallate del parco: Champorcher e Champdepraz. Lungo questo raccordo è possibile effettuare la bella traversata del parco tra i rifugi Dondena e Barbutel.

Tour dei laghi di Champorcher

L'itinerario permette di ammirare 4 laghi alpini e, vista la lunghezza richiede un certo grado di allenamento. Lungo il percorso è facile osservare rapaci ed ungulati; interessante la flora tipica dei laghi e quella delle praterie alpine.

Chardonney - Dondena (Alta Via n. 2)

L'ALTA VIA E' ATTUALMENTE CHIUSA NEL TRATTO CHARDONNEY-CHAMPLONG (per aggiornamenti consultare il Geonavigatore della Regione Autonoma Valle d'Aosta http://geonavsct.partout.it/pub/geosentieri/)

L'itinerario si snoda nella suggestiva gola del Torrente Ayasse. Nel primo tratto un ripido sentiero attraversa un bosco di conifere; il secondo tratto si sviluppa invece attraverso i pascoli. E' un percorso caratterizzato "dall'impronta dell'uomo": dapprima il tipico paese di Chardonney e l'incredibile opera di costruzione del sentiero su cui si cammina con innumerevoli gradini di pietra o legno e muretti a secco; poi antichi edifici tradizionali in pietra ormai coperti dai licheni, per finire con stalle, alpeggi e un confortevole rifugio.

Mont Blanc - Dondena

Viste la brevità e facilità del percorso l'itinerario permette di essere effettuato anche con bambini. Lungo il tragitto è possibile avvistare ungulati e rapaci. Interessante e varia la fioritura durante la bella stagione. Il percorso si snoda appena al di fuori dei confini del parco.

Dondena - Col Pontonet (sentiero 8)

Itinerario che si sviluppa attraverso i pascoli alpini e permette per lunghi tratti di seguire l'antica strada reale di caccia voluta dal Re Vittorio Emanuela II. Il percorso attraversa i tipici ambienti che ospitano gli Ungulati alpini: camosci e stambecchi. Abbondanti lungo buona parte dell'itinerario sono le marmotte. Dal col Pontonnet si gode una meravigliosa vista sul Gran Paradiso.

Dondena - Col Fenêtre (sentiero 7b)

Il col Fenêtre è un importante valico tra la valle di Champorcher e il vallone dell'Urthier, in val di Cogne. L'itinerario ricalca gli antichi sentieri della strada reale di caccia fatta costruire dal re Vittorio Emanuele II e ancora ben riconoscibile in diversi tratti.

Dondena - Lac Miserin

Itinerario di facile percorrenza che ha come meta una delle zone più suggestive del parco del Mont Avic.Il lago Miserin è uno dei maggiori bacini lacustri della Valle d'Aosta. Sulle sue sponde sorgono il santuario, meta della tradizionale processione della madonna delle nevi il 5 di agosto, e l'omonimo rifugio. Possibilità di percorrere il sentiero utilizzando la guida elettronica vinces, disponibile presso il punto informativo di Chardonney.

Dondena - Mont Glacier

E' il percorso che permette di raggiungere la cima più alta del parco: il Mont Glacier, conosciuto anche come Tête-de-Savoney (3185 m). Punta panoramica da dove, nelle giornate serene, si possono osservare le più famose montagne delle alpi Occidentali: Monte Rosa, Cervino, Grand Combin (un quattromila in territorio svizzero), Monte Bianco (in parte coperto dal Mont Emilius) ed il Gran Paradiso. Se la giornata è limpida, guardando oltre la Rosa dei Banchi, verso le pianure piemontesi, è possibile scorgere l'aguzza cima del Monviso.

Dondena - Bese - Lac Miserin

Il sentiero permette di scoprire la splendida conca del lago Miserin, uno dei maggiori bacini lacustri della Valle d'Aosta. Sulle sponde del lago sorgono l'omonimo rifugio e il santuario meta della tradizionale processione della Madonna delle nevi il 5 di agosto. L'itinerario offre scorci panoramici sul parco del Mont avic che si estende sulla sinistra orografica del torrente Ayasse fino alla testata della Valle.